Windows Vista, alias Longhorn

LaptopMobility

Una nuova grafica e funzioni di sicurezza ottimizzate dovrebbero rendere la prossima versione di Windows il migliore sistema operativo di tutti i tempi

Mentre Secure Startup, Fve e Lua portano veri miglioramenti alla sicurezza, Longhorn offre anche nuove funzioni che dovrebbero proteggere i contenuti dagli utenti. Le misure di sicurezza per i “Premium Content” che si trovano sull’agenda di Longhorn promettono conseguenze di vasta portata, soprattutto per quanto riguarda Blu Ray, Hd-Dvd e Hdtv. Evidentemente Hollywood esercita una significativa pressione sull’industria informatica, nel tentativo di limitare l’uso delle piattaforme Pc per la produzione di copie pirata. Già da anni è diventato facile aggirare l’ostacolo della protezione dalla copia dei Dvd video e l’industria cinematografica continua a vedersi sfuggire enormi guadagni a causa delle riproduzioni illegali. Una tale disfatta non deve ripetersi con i prossimi standard che raccoglieranno il testimone del Dvd. La situazione è simile per i contenuti televisivi ad alta risoluzione che arrivano agli utenti domestici tramite i satelliti digitali: anche in questo caso i titolari dei diritti vogliono impedire che si possano registrare e diffondere facilmente i contenuti con il Pc. Una delle principali richieste di sicurezza riguarda i software hacker che durante la riproduzione catturano i contenuti direttamente dalla Ram e li inviano a supporti di memorizzazione o in Internet. In caso di dubbio il Pc dovrebbe interrompere la riproduzione. Anche gli attacchi alle periferiche di output del computer dovrebbero cadere nel vuoto. Per impedire il prelievo di contenuti pregiati, per esempio tramite una delle uscite della scheda grafica, nella consegna di contenuti Premium verranno privilegiati i dispositivi che possono dimostrare di possedere una protezione dalla copia, per esempio Hdcp (High bandwidth Digital Content Protection) che però esiste soltanto per interfacce Hdmi o Dvi. Ai monitor Tft con connessione Dvi che non possiedono una protezione dalla copia Hdcp, verrà presumibilmente negata la riproduzione di contenuti Premium. Con l’interfaccia analogica Vga, quindi, si dovrebbero poter guardare soltanto filmati a bassa risoluzione. Per quanto riguarda l’interfaccia Tv-out, i contenuti di alto valore potranno passare soltanto se l’uscita usa le protezioni dalla copia di Macrovision e di Cgms-A (Copy Generation Management System). Tra l’altro queste restrizioni non sono limitate soltanto ai dati video: le interfacce preposte alla riproduzione audio, come la S/Pdif (Sony/Philips Digital Interchange Format), che non supportano protezioni dalla copia, devono essere disattivabili nel caso in cui le norme per il Premium Content lo prevedano. Un ultimo ma non meno importante aspetto: si devono impedire gli attacchi diretti ai bus in modo da escludere il furto di contenuti pregiati tramite il bus Pci Express. Poiché alcuni fornitori di contenuti escludono in modo esplicito il trasporto dei contenuti non cifrati verso la scheda grafica tramite il bus Pci Express, anche in questo caso è necessario trovare una soluzione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore