Your Phone di Microsoft, ma serve davvero?

Mobile OsMobilitySmartphone

Microsoft vuole riavvicinare gli smartphone a Windows, ma Your Phone è ancora immaturo, forti i limiti con iOS e probabilmente non serve tanto quanto si vuole far credere

A Build 2018 Microsoft ha mostrato la soluzione software Your Phone che consentirà di collegare il proprio smartphone con un computer con Windows 10 a bordo per utilizzare lo smartphone senza toccare il device. Si tratta di un’applicazione per eseguire il mirroring dello smartphone su Windows 10.

Si può iniziare a provare Your Phone, come Insider, su Windows 10 Redstone 5, ma c’è e comunque ci sarà necessariamente una serie di vincoli, per esempio entrambi i dispositivi (pc e smartphone) devono essere collegati alla stessa rete, mentre i dispositivi iOS potranno essere collegati anche via Bluetooth. L’esperienza con gli iPhone sarà comunque limitata in una serie di funzionalità rispetto a quello che sarà possibile fare con i dispositivi Android. 

Ad assicurare il funzionamento di Your Phone c’è Graph, la collection di API abilitante la connessione tra sistemi diversi. Le API fungono da gateway per offrire almeno la possibilità di utilizzare messaggi, notifiche, foto (ma al momento vengono sincronizzate solo le ultime 25), documenti, quando l’esperienza di mirroring sarà effettivamente completa. 

Your Phone – Siamo solo agli inizi, progetto decisamente immaturo e limitato per iOS

I dubbi arrivano proprio dalle limitazioni nell’utilizzo con gli iPhone, che in pratica riducono non di poco l’effetto Wow per il pubblico . E’ chiaro che la Mela non consentirà certo a Windows la gestione di tecnologie come quella di iMessage da cui passano gli SMS, così come non ha effettivamente nessun interesse per Cupertino a consentire l’utilizzo degli iPhone su Windows 10, se non tramite iTunes. Apple, per quanto riguarda le possibilità di mirroring, già ora consente il minimo ed è probabilmente quanto basta alla Mela. 

Ci sarebbe ulteriormente da considerare anche la velocità con cui si muove Microsoft in questo ambito. La possibilità di un migliore utilizzo dei dispositivi iOS e Android con Windows 10 era stata promessa anche in occasione di Build 2017, quest’anno con Your Phone viene annunciato il “mirroring”, ma ancora limitato e disponibile forse in autunno.

Con Microsoft che chiaramente avrà bisogno di dialogare con Apple per estendere le funzionalità oltre la sincronizzazione delle foto, ma in pratica non ha ancora iniziato a parlare con Cupertino, come riportano fonti autorevoli sul Web.

Sarebbe interessante poi comprendere, nell’era cloud, l’utilità di sincronizzare le foto con il pc, quando il pc non è affatto più il centro dell’esperienza di nessuno, mentre per questi utilizzi si sfrutta il cloud e sembra bastare.

Certo è solo una delle cose che Your Phone rende possibili, ma se si pensa a cosa non sia possibile fare già oggi con Google Assistant, per quanto riguarda le telefonate, e cosa sarà possibile fare più avanti con Google Duplex, davvero c’è bisogno di collegare lo smartphone a Windows 10 o è Windows 10 che ha bisogno di avere gli smartphone in qualche modo collegati?

Così come sul cloud Microsoft sembra avere effettivamente trovato la sua strada, continua a non perdere occasione per dimostrare come l’ambito mobile non sia per nulla una priorità, eccezione fatta per l’esperienza Office 365. 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore